Un piccolo stabilimento per il confezionamento di prodotto fresco da distribuire già pronto


Una scommessa sul futuro che ci consente di guardare avanti e stare al passo coi tempi. Una scommessa targata Ccorav.

A dichiararlo è Vincenzo Rosati, direttore del Consorzio Cooperativo Ortofrutticolo Alto Viterbese, intervistato da Rita Salimbeni ai microfoni di Radiocoop76, la web radio di Confcooperative Viterbo.

“La nostra – prosegue Rosati – è una realtà cooperativa molto strutturata, con una storia alle spalle di oltre 40 anni di attività. Ad oggi il Ccorav vede infatti al suo interno la presenza di cinque società cooperative e ben 600 agricoltori associati che operano nella zona compresa tra il Lago di Bolsena, la Toscana e l’Umbria, interessando i comuni di Grotte di Castro, San Lorenzo Nuovo, Onano, Latera, Acquapendente e Gradoli, per un bacino di utenza di circa 5000 ettari.

Il Consorzio – spiega il suo direttore – vanta una lunga tradizione che in tutti questi anni ha saputo sviluppare il lavoro agricolo, garantendo una certa redditività del suo prodotto. Oltre ai mercati tradizionali, siamo poi entrati nella Grande Distribuzione Organizzata, prendendo accordi con Conad e Coop per commercializzare i nostri prodotti, a partire dalla patata, il nostro fiore all’occhiello che ha ottenuto anche la certificazione Igp (Indicazione Geografica Protetta).

Tant’è vero che con circa cinque varietà e una produzione attiva di svariati quintali, ogni anno piazziamo questo prodotto ben oltre i confini della regione Lazio e in tutto il territorio nazionale, riuscendo a conquistare anche i grandi ristoranti stellati.

“L’unione fa la forza e la cooperazione è una delle sue espressioni più alte – ha detto infine Bruna Rossetti, Presidente di Confcooperative Viterbo – E’ voglia di fare innovazione e andare avanti. Una scelta che fa crescere il mondo della cooperazione e assieme ad esso tutto il territorio. Un investimento frutto di un impegno condiviso che diventa produzione e lavoro al servizio dei cittadini”.

Confcooperative Viterbo

 

Fonte Tusciaweb  11/07/2014




Torna indietro