PATATA DELL’ALTO VITERBESE, PIÙ VICINO IL RICONOSCIMENTO IGP


Pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea n. C 239/2 del 20.08.2013 la scheda riepilogativa della “patata dell’Alto Viterbese IGP”.

Ciò che equivale ad un implicito riconoscimento da parte della Commissione UE delle condizioni per ottenere, in via semidefinitiva, lo status di prodotto di qualità certificata. Scattano ora i tre mesi di tempo per far valere le eventuali opposizioni alla proposta di registrazione, decorsi i quali l’IGP diverrà pienamente operante.
Grazie anche al supporto tecnico-scientifico fornito da Arsial ai produttori, il Lazio con 24 referenze di qualità certificata (15 Dop e 9 Igp) si colloca ai primi posti tra le regioni italiane per il numero dei riconoscimenti certificati dall’Unione Europea. (Fonte Arsial 26/08/2013)




Torna indietro